Edizione 2024 per la “mitica” regata delle regate: la Garda Maçç, che vedrà il segnale di partenza sabato 22 giugno dalla sede della Fraglia Vela Desenzano al Porto Maratona verso l’alto lago con percorso notturno Desenzano – Riva – Desenzano.

Sono attese oltre quaranta imbarcazioni suddivise fra le varie Classi: Monotipo e ORC.

La manifestazione si svolgerà secondo il seguente programma:

Ore 14.00/17.30 Perferzionamento iscrizioni e consegna gadget evento presso la segreteria regata
Ore 18.00 SKIPPER MEETING OBBLIGATORIO nel  salone della Fraglia Vela Desenzano
Ore 18.30 CREW PARTY con musica dal vivo presso la sede della Fraglia Vela Desenzano

Ore 21.30 segnale di partenza della regata
Ore 16.00 di domenica  23 giugno scadenza tempo limite della regata

Venerdì 28 giugno alle ore 18.30 premiazioni e rinfresco presso la sede della Fraglia Vela Desenzano

VEDI BANDO DI REGATA ALLEGATO

 

In programma nella cittadina gardesana tra il 04 e il 11 giugno, l’evento sportivo sarà organizzato dalla Fraglia Vela Desenzano

Presentato questa mattina (venerdì 10 maggio) il “ 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing”, evento organizzato tra il 4 e l’11 giugno dalla Fraglia Vela Desenzano in collaborazione con il CUS Brescia. La manifestazione sportiva porterà nella cittadina benacense una nutrita rappresentanza internazionale e si svolgerà sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, del Centro Universitario Sportivo Italiano e della Federazione Internazionale Sport Universitari.

Noto in tutto il mondo per le condizioni favorevoli allo svolgimento di regate di alto livello, il Garda ha richiamato l’interesse di diverse università, tanto che al via sono attesi sedici equipaggi, selezionati dalla Federazione Internazionale Sport Universitari (FISU), provenienti da tutto il mondo. A essere rappresentate saranno Italia (2 team, di cui uno composto da atleti della Fraglia Vela Desenzano), Canada (2 team), Singapore, Germania, Francia, Olanda, Austria, Giappone, Croazia, Polonia, Malesia, Australia, Irlanda e Cina.

Il format del 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing prevede la disputa di regate di flotta: i primi due giorni saranno utili per definire chi prenderà parte alle finale dell’ 8 e 9 giugno, al termine della quale sarà incoronato l’equipaggio vincente.

Lo scafo impiegato per lo svolgimento della manifestazione sarà il Dolphin 81, monotipo prodotto dal cantiere bresciano Maxi Dolphin su progetto di Ettore Santarelli, designer desenzanese del quale nel 2024 ricorre il centenario dalla nascita.

L’arrivo degli atleti è previsto per il 4 di giugno, mentre il pomeriggio del 5 si svolgerà la cerimonia di apertura, anticipata da una parata sul lungolago di Desenzano, che vedrà protagonisti tutti gli equipaggi, oltre alla presenza dei rappresentati la Regione Lombardia, del Comune di Desenzano del Garda, del presidente FIV Francesco Ettorre, del rettore dell’Università degli Studi di Brescia, del presidente del CUS Brescia e dei delegati di CUSI e FISU.

Durante l’evento non mancherà l’opportunità di andare alla scoperta del territorio: per la giornata del 10 giugno è infatti prevista una visita della città di Brescia, mentre durante il campionato sono in programma momenti di degustazione di prodotti tipici bresciani.

Stefano Loda, presidente della Fraglia Vela Desenzano, ha dichiarato: «Come tutti i grandi progetti, l’organizzazione non è stata semplice e questo ultimo mese ci vedrà ancora molto impegnati. Sono convinto che sono davvero i grandi progetti come questo che consentono a realtà come la Fraglia Vela Desenzano di crescere e far crescere anche i più giovani frequentatori del nostro club. Il 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing sarà occasione per tutti i nostri ragazzi di essere presenti e collaborare durante le giornate di regata: vogliamo coinvolgere tutti, dai più giovani ai più anziani».

Lara Magoni, sottosegretaria allo Sport della Regione Lombardia, ha affermato: «A giugno avremo l’onore di ospitare su uno dei nostri più bei laghi della Lombardia, il lago di Garda, il 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing. Questo straordinario evento, metterà in luce l’importanza che da anni la Lombardia, ed in special modo Brescia, stanno avendo come poli attrattivi dello sport a livello internazionale. Questo non è solo un bellissimo evento sportivo, ma rappresenta anche una grande occasione per far conoscere agli ospiti che arriveranno dall’estero, le eccellenze del territorio. Lo sport è sinonimo di unione e cultura in funzione di arricchimento vicendevole. Ringrazio il CUS-Brescia e la FIV che quest’anno hanno organizzato insieme alle istituzioni un evento che può essere ispirazione per il futuro. Spero di vedere una grande affluenza di visitatori, oltre che di appassionati di vela. Specialmente in questa occasione, lo sport velico è sinonimo di collaborazione e lavoro di squadra, flotte ed equipaggi, saranno i protagonisti di questa competizione. Viva lo sport, viva la vela!».

Guido Malinverno, sindaco di Desenzano del Garda, ha sottolineato: «In una stagione di importanti eventi sportivi che si stanno svolgendo nella nostra città (Gran Fondo Colnago e tappa cronometro Giro d’Italia) siamo contenti di sostenere e poter ospitare nelle acque del nostro lago questo campionato mondiale con la partecipazione di così tante nazioni provenienti da tutto il mondo. Desenzano si conferma non solo importante e nota meta turistica, ma centro di importanti eventi, grazie alla collaborazione con le nostre associazioni quali la Fraglia Vela Desenzano, che da anni si adopera per promuovere in modo costante questo importante sport che caratterizza il nostro territorio».

Il 2024 Desenzano FISU World University Championship Sailing è supportato da Gruppo Bonera Mercedes, Promotica, Cantiere Maxi Dolphin, Alfa Live, HPA, Sunstripe, Razzi, Acqua Maniva, Amadori Piscine, Revetec, Isotherm, Vibatex, Sicurtec e Wi Legal.

Per maggiori info: https://desenzano2024.com/

Desenzano del Garda, 28 gennaio 2024 – Si è conclusa a Desenzano del Garda la 32ma edizione del Cimento Invernale, manifestazione organizzata dalla Fraglia Vela Desenzano in collaborazione con Nautic Club Moniga e il Vela Club di Desenzano, e coordinata dagli Ufficiali di Regata – il presidente Mino Miniati, Piera Bettoni, Raffaele Valsecchi e Paolo Zanellato – riservata alla principali classi one design del Benaco e aperta anche all’altura.

Ben sessanta gli equipaggi che si sono confrontati sulla distanza di quattro giornate di regata, per un totale variabile tra le sette e le otto prove a seconda della classe, disputate a partire da novembre 2023: un evento che si è confermato come il più frequentato dell’inverno gardesano.

L’ultima giornata, caratterizzata dall’assenza di vento, si è comunque trasformata in una grande festa grazie alla premiazione che, svoltasi a metà pomeriggio alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Desenzano Pietro Avanzi, ha radunato i protagonisti in un clima sereno e divertito.

Venendo ai risultati: a regolare i dieci Meteor in regata è stato Cocoon di Margherita Messina. La barca della Fraglia Vela Desenzano ha messo in fila Synergros di Marco Franchi (FV Desenzano) e Spring Time di Stefania Mazzoni (SCG Salò).

Tra gli Asso 99, presenti anch’essi in dieci, il podio è stato tutto riservato a barche del CN Brenzone: a spuntarla è stato Leonasso di Andrea Farina, su Kiss My Asso di Davide Leardini e Gradasso di Tommaso Gallina, barca quest’ultima affidata al Liceo Scientifico Sportivo e capitanata da Davide Ferrari, coach della squadra Optimist della Fraglia Vela Desenzano.

Tra i Dolphin, presenti in ben diciassette, il podio è stato egemonizzato dai team della Fraglia Vela Desenzano: Capovento di Mattia Polettini ha chiuso al primo posto con un buon margine su Insolente di Giovanni Perani e Back in Black di Pietro Parisi. Capovento si è anche aggiudicato la speciale classifica riservata agli armatori/timonieri mentre a imporsi tar le Scuole Vela è stato L’Amante di Marco Luzzi, anch’esso della Fraglia Vela Desenzano.

Nel raggruppamento ORC, il più numeroso con venticinque iscritti, si è imposto Surpredimi di Michele De Rossi (Il Paterazzo), risultato anche primo tra i Surprise. A completare il podio sono stati Lalissa di Saverio Mor (FV Desenzano) e Speedy di Bruno Bottaccini (YC Torri). Nello stesso gruppo sono stati premiati anche Eos di Roberto Zecchinato (LNI Garda), migliore tra i Cruise, e Ciui Ciui di Daniele Degli Innocenti (FV Peschiera), primo tra i First 8.

Archiviato il 32mo Cimento Invernale la Fraglia Vela Desenzano guarda ora all’ultimo appuntamento della Gel Laser-Trofeo Barziza, fissato per il 18 febbraio.

“La Fraglia Vela Desenzano, in collaborazione con il CUS-Brescia e con sotto l’egida della Federazione Italiana Vela, del Centro Universitario Sportivo Italiano e della Federazione Internazionale Sport Universitari è lieta di annunciare l’organizzazione dei Campionati Mondiali Universitari di Vela nel 2024.

Dal 04 al 11 giugno 2024, la città ospiterà il “Desenzano 2024 World University Championship Sailing”, un evento straordinario che vedrà 16 squadre di studenti provenienti da tutto il mondo competere nelle acque del Basso Garda Bresciano.

Il formato scelto per la competizione sarà quello della regata di flotta arbitrate, con l’utilizzo dell’imbarcazione Dolphin 81, un monotipo firmato Santarelli ampiamente diffuso non solo sul Garda. Il Dolphin 81, oltre ad essere veloce e adatto alle regate gardesane, consente la partecipazione di equipaggi da 4 a 6 persone. I partecipanti dovranno soddisfare i requisiti stabiliti: formare un equipaggio misto e gender equal (almeno la metà del team deve essere dello stesso sesso), essere iscritti all’università e nati tra il 1° gennaio 1999 e il 31 dicembre 2006. Si possono trovare altre informazioni nel bando di regata pubblicato sul sito www.desenzano2024.com

Un sentito ringraziamento va alla Federazione Italiana Vela e al CUS-Brescia, che hanno sostenuto la candidatura della Fraglia Vela Desenzano nella fase di selezione e che, con il loro supporto, renderanno possibile lo svolgimento delle regate. Questo evento si inserisce nell’impegno della Federazione e del CUSI nel promuovere la vela studentesca, in linea con quanto già realizzato con le Universiadi di Napoli nel 2019. Inoltre, si integra perfettamente con l’ampio spettro di eventi sportivi e culturali organizzati dal Comune di Desenzano del Garda, tra cui la Granfondo Colnago e il Giro d’Italia.

La Fraglia Vela Desenzano è dunque organizzatrice di un evento di rilevanza internazionale che si colloca all’interno degli oltre 30 campionati mondiali universitari pianificati annualmente dalla Federazione Internazionale Sport Universitari.”

Sessanta le imbarcazioni in acqua in questa domenica di gennaio per la terza prova della 32^ edizione del Cimento Invernale.

Due le prove portate egregiamente a termine dal Comitato di Regata malgrado la fitta nebbia nella prima prova e circa 5 nodi di vento.

Ma il grande protagonista della giornata è stato senz’altro il freddo che non è comunque riuscito a far desistere i coraggiosi regatanti.

Nella classifica della Classe Dolphin 81 (sempre la più numerosa in acqua) in testa è “Capovento” con Mattia Polettini (FVDesenzano), 2° “Insolente” (FVDesenzano) con Giovanni Perani e 3° “Back in Black” (FVDesenzano) con Pietro Parisi.

Per la classifica Asso 99 mantengono le posizioni al primo posto,  “LeonAsso” di Andrea Farina (CN Brenzone) e “Kiss my Asso”  di Davide Leardini (CN Brenzone) secondo sul podio. Al terzo posto è “Gradasso” , imbarcazione del Liceo Sportivo di Brenzone, timonato da Tommaso  Gallina con a bordo il coach FVD, Davide Ferrari, a coordinare i giovani atleti.

Nei Meteor è ancora in testa “Cocoon” con Margherita Mesini (FVDesenzano), seguita da “Synergos” con Marco Franchi ( CVJesolo) e “Springtime” con Stefania Mazzoni ( SCGSalò).

La  classifica Orc è ancora guidata da “Surprendimi” timonata da  Federico Camponogara (Il Paterazzo), ma  al 2° posto troviamo la “rimonta” del campione di casa Fraglia, Bruno Fezzardi, che al timone di “Lalissa” (dopo i risultati odierni) guadagna una postazione a discapito di  “Speedy” di Bruno Bottacini (YC Torri) che passa così al 3° posto.

Le classifiche della Scuola di Vela FVD vedono, nella Classe Dolphin 81, “L’Amante” al 9 posto e “Per Lisa” all’11°.

Nella Classe Asso 99 “Assorosso” è 4° e “Badass” 5°.

Al termine delle prove rientro in sede con pastasciutta e panettone per tutti i partecipanti.

Prosegue la stagione delle regate invernali alla Fraglia Vela Desenzano con al via sabato 2 dicembre la  31^ edizione del Gellaser, storica manifestazione dedicata alle derive che, dopo il briefing pre regata,  ha  concluso la prima giornata con due prove in acqua, nonostante  condizioni meteorologiche decisamente avverse in  questa fine d’anno particolarmente fredda e ventosa.

Domenica 3 dicembre, all’insegna di una splendida giornata invernale fredda ma soleggiata e con vento sostenuto, si è compiuto il primo giro di boa delle quattro giornate previste del 32° Cimento Invernale e 26° Santarelli Days. Anche in questa occasione la flotta in acqua ha contato oltre sessanta imbarcazioni,

Strepitoso il colpo d’occhio dal lungo lago di Desenzano con il golfo animato da una insolita flotta multicolore che silenziosa si spostava da una boa all’altra.

Eccellente, come sempre,  la regia dell’Ufficiale di regata Mino Miniati che, coadiuvato da : Piera Bettoni, Raffaele Valsecchi e Paolo Zanellato, ha permesso al Comitato di Regata di portare a termine tre prove.

Nella Classe Dolphin 81 dopo 6 prove il podio è tutto Fraglia con al  1° posto “Insolente” con Giovanni Perani al timone mentre “Capovento” con Mattia Polettini, malgrado due belle prove odierne,  scende in  2^ posizione.  Al 3° posto è “Back in Black con Pietro Parisi mentre grande assente nelle prove odierne per un danno allo scafo è “Baraimbo” del team lonatese Razzi/  Imperadori.

Nei Meteor dopo cinque  prove guida la classifica “Coocoon” timonato da Margherita Mesini (FVD), secondo è “Miseria Nera” con  Pier Antonio Acquaviva (FVD) e terzo è “Synergos” con Marco Franchi ( CV Jesolo).

Per la classifica Asso 99 mantengono le posizioni:  “LeonAsso” di Andrea Farina (CN Brenzone) ancora primo in classifica e “Kiss my Asso”  di Davide Leardini (CN Brenzone)., secondo. Al terzo posto è “Gradasso” , imbarcazione del Liceo Sportivo di Brenzone, timonato da Tommaso  Gallina con a bordo il coach FVD, Davide Ferrari, a coordinare i giovani atleti.

Dopo cinque prove  la classifica Orc è guidata da “Surprendimi” di De Rossi Michele (Il Paterazzo), seguito da  “Speedy” di Bottacini Bruno (YC Torri), e “Lalissa” con al timone il campione di casa, Bruno Fezzardi.

Buone le prestazioni degli allievi dei Corsi di Vela FVD con, nella Classe Asso 99, Marco Pedroni e Stefano Giroli rispettivamente al 4° e 5° posto.

Nei Dolphin 81, primo della Scuola Vela è Marco Luzzi che chiude le sei prove al 9° posto.

La giornata è proseguita con un bellissimo momento di convivialità a terra con musica ad accompagnare la tradizionale pasta dopo regata e con un brindisi all’insegna delle prossime feste natalizie.

Prossimo appuntamento, dopo la consueta sospensione di dicembre, il 14 gennaio per l’apertura ufficiale della stagione 2024 con la  terza giornata del Cimento Invernale.

All’insegna di sole e di un Peler con vento fino a 14 nodi è stato dato il segnale di partenza per la prima giornata della 32° edizione del Cimento invernale della Fraglia Vela Desenzano con la collaborazione del Vela Club Desenzano e il N.C. Moniga: si conta in acqua una flotta composta da oltre 60 imbarcazioni delle principali classi monotipo: Dolphin 81, Surprise, Meteor, Asso 99 e la miscellanea classe ORC. Il tutto si è svolto sotto la regia dell’Ufficiale di regata Mino Miniati.

Anche nel corso di questa 32^ edizione c’è grande entusiasmo per la formula ormai collaudata nel tempo di quest’evento che sprona la voglia di divertirsi degli equipaggi a sfidare il nostro lago nella stagione più impervia in particolare quest’anno straordinariamente si contano in acqua ben 12 imbarcazioni con equipaggi formati da allievi provenienti dalle scuole vela: Fraglia Vela Desenzano (6), Lega Navale Desenzano (2), Circolo Nautico Brenzone (2), Scuola Vela Est Garda (2), Scuola Vela Go Sail (2).

Seppur ancora presto per fare pronostici al termine delle tre prove nella classe Dolphin primeggia al 1°posto “Capovento” timonato da Mattia Polettini (FVD), al 2° posto  “Stenella” di Niccolò Crestana VCDesenzano) e al 3° posto “Joker“di Umberto Grumelli (FVD).

Nei Meteor, carena olandese, guida la classifica  “Schizzo” di Jagodic Walter (Società Velica Barcola e Grignano) 2° posto  “Coocoon” timonata da  Margherita Mesini (FVD), al 3° posto “Miseria Nera” Pier Antonio Acquaviva (FVD).

Per la classifica Asso 99 al 1° posto “LeonAsso” di Andrea Farina del CN Brenzone, al 2° posto “Kiss my Asso”  di Leardini Davide del CN Brenzone, al 3° posto “Gradasso” del CN Brenzone con equipaggio del coach FVD Davide Ferrari.

Guidano la classifica Orc generale tre Surprise: al 1°  posto “Surprendimi” di De Rossi Michele ( Il Paterazzo), al 2° posto “Speedy” di Bottacini Bruno ( YC Torri),  3° posto “Mhewa” di Schmer Mike (Austria).

Il calendario del Cimento Invernale della Fraglia Vela Desenzano proseguirà nelle date del: 3 dicembre, 2023,  14 gennaio, 2024 e gran finale nel week end del 27- 28 gennaio 2024 con la tradizionale combinata sci-vela che prevede nella giornata di sabato 27 la partecipazione di un atleta per equipaggio al cancelletto di partenza per la gara di slalom gigante, mentre la domenica sarà l’ultima occasione per giocarsi il titolo in acqua. Si ripropone quindi la famosa formula dello Sky Yachting già  sperimentata con successo lo scorso anno.

La Fraglia Vela Desenzano è entrata nel pieno della stagione invernale del basso Garda: al via il 2 dicembre sempre in FVD la prima giornata della 31^ edizione del Gel Laser riservata alle derive.

Al via domenica 26 novembre i primi giri di boa  del 32^ Cimento Invernale/ 26° Santarelli Days organizzati dalla Fraglia Vela Desenzano in collaborazione con il Velaclub Desenzano e il Nauticlub Moniga. Quattro le giornate di regate che, a partire da domenica 26 novembre, terranno impegnati i regatanti nelle domeniche del  3 dicembre 2023 , 14  e 28 gennaio 2024.

Un record le imbarcazioni iscritte ( ben sessanta alla data odierna) a testimonianza di  un successo ormai consolidato negli anni per questa kermesse velica che vedrà gli impavidi equipaggi impegnati in prove con condizioni meteorologiche a volte decisamente avverse, fatte di nebbie, pioggerelline e freddo intenso.

Ma questo è il vero fascino dell’invernale desenzanese che, grazie a questa sua peculiarità, riesce ad attirare  sempre più partecipanti rendendolo di fatto  il campionato più interessante e competitivo nella stagione decisamente meno benevola del Garda.

Come sempre è la Classe Dolphin 81 la più numerosa con 15 imbarcazioni alla partenza delle quali tre con equipaggi appartenenti alla Scuola di Vela targata FVD.

Otto i Meteor e sei i Surprise.

La Classe ORC conta 31 iscritti fra i quali nove  Asso ’99 di cui quattro degli allievi FVD.

Come da tradizione, al termine di ogni giornata di regata, verrà offerto a tutti gli equipaggi un meeting “enogastronomico”.

La Fraglia Vela Desenzano grazie a Caipirinha del timoniere-armatore Martin Reintjes porta in alto anche i colori del movimento velico bresciano al Mondiale RS21 di Portorotondo. Sono 53 i team scesi in acqua dal 27 al 30 settembre in rappresentanza di 12 paesi e 4 continenti a dimostrazione di una classe monotipo in grande ascesa.

Dopo 10 prove e subentrato lo scarto, il Mondiale è dell’affiatato team bresciano davanti agli australiani di Nutcracker e agli italiani di Diva. Con Reintjes in barca il clarense della Fraglia Vela Desenzano Francesco Rubagotti,Daniele Cassinari dell’Associazione Nautica Sebina e Giulio Desiderato.

Per il timoniere-armatore di Desenzano è il secondo titolo iridato, dopo quello conquistato nei Melges32 ma dalle sue parole emerge una particolare soddisfazione: «Non nego di essere felicissimo per questo titolo di campione del Mondo RS21 conquistato dopo una splendida rimonta culminata proprio nell’ultimo giorno di regate in un’appassionante sfida contro gli australiani. Una giornata da adrenalina pura. È stato un Mondiale bellissimo, difficile con dieci prove combattute dall’inizio alla fine. Con più di 50 barche al via ogni errore ti poteva costare caro, prova ne sia il nostro 40°posto in prova cinque poi scartato. Ma è andata bene grazie anche a tutto il mio team, un gruppo di amici ancor prima di velisti dalla provata esperienza».

Garda Maçç, la “regata dei matti” e in effetti un po’ matti bisogna esserlo per decidere di partecipare a questa, per molti versi straordinaria, prova di resistenza.

Partenza ieri sera da Desenzano alle ore 22,00 con una romantica luna piena e neppure un refolo di vento, la cui assenza ha messo a dura prova i circa trenta equipaggi al via.

Il vento si è fatto aspettare invano, solo qualche debole raffica di tanto in tanto, ma nulla di più. Eppure sono bastate quelle deboli, rare raffichette a decretare ancora una volta, mai ce ne fosse bisogno, che il vero “Leone del Garda” è sempre lui, Brunetto Fezzardi.

Primo in tempo reale con “Lalissa”  di e con Saverio Mor (FVDesenzano) ha  tagliato il traguardo oggi nel primo pomeriggio dopo più di sedici ore di navigazione.

In tempo compensato ( Classifica ORC) a vincere è invece “Antigraffio” di Luca Bezzan (FVPeschiera), secondo “Lalissa” e terzo “Graffio Vitasol” di Bruno Manenti ( VCDesenzano).

Buona la presenza della Classe Dolphin  81 con nove imbarcazioni al via. Vittoria per “20Nodi- Studio Cavour” di Fabio Garrini ( CN Portese) con Marco Luzzi al timone, secondo “Strike One” con Steven Borzani (FVDesenzano) e terzo “L’Amante” con Marco Franchi (FVDesenzano).

Nella Classe Asso 99 vittoria di “Leonasso” di Andrea Farina ( CN Brenzone) seguito da “Keasso” di Massimo Tosi (FVPeschiera)  con a bordo  Tommaso Picotti, classe 2009 il più giovane timoniere in regata.

Bravi gli allievi della Scuola di Vela FVD, con Stefano Ramazzotti al timone del Dolphin “Per Lisa” , che hanno conquistato la quarta posizione.

Premiato anche il multiscafo “Poison” di Andrea Ferrari (promotore della manifestazione) con a bordo Martin Reintjes entrambi FVDesenzano.

Aureliano Casuccio su  “Mangiafuoco”  è primo classificato nella cat. Rating FIV.

Partecipata la bellissima premiazione condotta dal Presidente Loda alle 18,30  presso la Fraglia Vela Desenzano con il prezioso supporto di:   BoneraGroup, Loda Prodotti Siderurgici, Alfalive, Luca Malvezzi, Sinico Elio, Delta Elettronica e Sunstripe.

 

In allegato le classifiche