Sabato 19 e Domenica 20 Giugno, presso la sede della  Fraglia Vela Desenzano sarà possibile trascorrere due giornate all’insegna della vela.
Un evento dedicato a tutti coloro che, dai 6 anni compiuti, vogliono avvicinarsi e scoprire da vicino quanto sia affascinante questo mondo!
La partecipazione è gratuita. Ti aspettiamo con genitori ed amici!

Tito ci ha lasciati.

Ha lottato a lungo contra una malattia implacabile, con la sua forza di sempre. E’ stato un amico con cui condividere regate, cene e momenti sociali in Fraglia. Pieno di energia, esuberante  e sempre in prima linea a dare una mano, su ogni fronte, dal potare gli oleandri all’uscire in barca con i ragazzi delle scuole. Tito è stato un socio di riferimento, attivo per anni nel Consiglio di Sorveglianza della Fraglia, con la saggezza dell’esperienza e l’entusiasmo di un ragazzo. Lascia un vuoto che sarà difficile colmare. Vogliamo ricordarlo sorridente, al timone della sua barca, in una bella giornata di primavera.

 

Il sole ha illuminato la Fraglia Vela Desenzano nel giorno dell’assemblea ordinaria ed elettiva del nuovo consiglio che guiderà il circolo per i prossimi quattro anni. Lo scorso sabato 8 maggio, nel piazzale del porto Maratona sede del circolo, con una altissima presenza di soci si è riunita l’assemblea che ha eletto il nuovo presidente e il consiglio direttivo, nel massimo rispetto delle distanze di sicurezza e norme anticovid. Con un lungo e commosso applauso si è ricordato anche il compianto Roberto Assante, consigliere molto attivo e conosciuto in tutto il Garda.

Le elezioni hanno eletto il nuovo presidente Stefano Loda e il consiglio direttivo, in cui sono presenti figure storiche del circolo velico con una elevata presenza di desenzanesi. Grazie alla loro esperienza, i consiglieri eletti potranno dare preziose indicazioni e proposte sul nuovo operato e lavorare sulla continuità ma anche su nuove priorità. I nomi storici sono quelli di Aureliano Casuccio (vice presidente), Bruno Fezzardi, Nicola Borzani, Stefano Borzani, Renato Ongetta, Lorenzo Azzi, Stefano Girelli; accanto a loro ci sono nuovi consiglieri come Pierantonio Acquaviva, Stefano Dall’Ora e Giuseppina Scalvini, che potranno apportare al futuro operato del direttivo elementi di novità e nuove proposte.

Eletto con il massimo dei voti, il desenzanese Stefano Loda, classe 1980, ha incontrato la Fraglia nella giovane età. È laureato in Architettura ed esercita la sua professione prevalentemente nel basso Garda. È sposato con Francesca e ha due figli di 12 e 14 anni, che praticano entrambi attività sportiva agonistica: Isacco lo sci ed Elena è membro della squadra Optimist della Fraglia Vela Desenzano.

«Dopo l’esperienza di consigliere comunale nella mia città – dichiara –, ho scelto di dedicarmi e dare il mio contributo personale per la Fraglia Vela, alla quale sono legato da anni. Ho iniziato a frequentare la Fraglia ancora da ragazzo, inizialmente partecipando a corsi di vela su tridenti, poi con l’amico Ugo Zenoglio cominciai a frequentare la vita del circolo partecipando alle regate sociali. Con l’inizio dell’attività agonistica di mia figlia ho ricominciato a frequentare assiduamente il circolo e a rendermi conto di quale importanza e opportunità ricopra nel territorio e soprattutto nella nostra città».

È proprio questo uno dei punti da cui il presidente vorrebbe partire: coinvolgere i desenzanesi nelle attività della Fraglia e far vivere maggiormente il circolo.

Il nuovo mandato inizia all’insegna della continuità. «Ci tengo a ringraziare – continua Loda – la presidente uscente, Romana Fosson, e tutto il direttivo che in nel quadriennio passato ha saputo affrontare importanti sfide per il nostro circolo, quali la problematica legata al riposizionamento della gru con l’impegno di ingenti costi, riavviare e ricostruire una nuova attività agonistica per i più giovani, sviluppare con ottimi risultati la scuola vela, senza dimenticare l’emergenza Covid, che ha imposto continuamente l’assunzione di decisioni e scelte difficili, ma che hanno consentito di consegnare oggi il circolo con conti  e numeri in ordine».

I prossimi quattro anni, sottolinea il presidente, «dovranno rappresentare un periodo di sviluppo e potenziamento per il circolo nel solco di quanto fatto sino ad oggi: tra gli obiettivi principali ci sarà quello di poter riprendere innanzitutto le attività sociali, in questo anno svolte solo parzialmente, sviluppare ulteriormente le attività agonistiche, sia per i più giovani, ma con particolare attenzione ai ragazzi più grandi che hanno iniziato un percorso su imbarcazioni in doppio; far crescere e potenziare ulteriormente la scuola vela dei bambini, ma anche degli adulti».

Un’altra grande sfida di questo mandato, aggiunge Loda, «sarà quella di riuscire a trasmettere il messaggio di quale opportunità rappresenti la pratica della vela soprattutto per i più giovani che hanno la fortuna di abitare nel nostro territorio: svilupperemo quindi le collaborazioni e le iniziative di promozione con gli istituti, con l’obiettivo di promuovere e far conoscere questa attività sportiva che ci consente di godere e vivere pienamente il nostro lago».

In cantiere c’è anche l’intenzione di promuovere un intervento di restyling della sede del circolo, per poter offrire ai soci e a tutti coloro che vorranno frequentare nuovi servizi un luogo di ritrovo innovativo ed accogliente.

«Credo che il miglior ringraziamento – conclude il neoeletto presidente della Fraglia – verso tutti coloro che ci hanno affidato questo incarico sarà dare seguito a questi obiettivi per una continua crescita del circolo come luogo di socialità all’insegna dell’accoglienza, della buona pratica sportiva e come luogo educativo e di crescita per i più giovani. Da oggi ci si rimbocca le maniche!».

Francesca Gardenato

In allegato i risultati delle votazioni effettuate in data odierna presso la sede della Fraglia Vela Desenzano.

I soci sono stati convocati per eleggere il Consiglio Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti e il Collegio dei Probiviri.

Nella giornata di domani il Presidente dell’Assemblea, dott. Giorgio Visconti, convocherà gli eletti per la nomina del Presidente.

Una  fantastica opportunità per divertirsi, imparare a navigare, conoscere nuovi amici, ma soprattutto……. per crescere!

I corsi  iniziano il lunedì e terminano il venerdì con la consegna degli attestati, gadget e t shirt .
Gli istruttori dopo aver valutato il livello degli allievi, formeranno gruppi omogenei per età ed esperienza.

I ragazzi saranno seguiti nelle loro attività in acqua e a terra da istruttori e da personale qualificato.

E finalmente giunse  la ripresa dell’attività agonistica nazionale anche per la classe Fireball dopo la  lunghissima pausa forzata autunno-inverno nella quale , tuttavia, soci, simpatizzanti ed amici hanno dato vita ad una serie di incontri  ritrovati settimanali attraverso la piattaforma Zoom con l’aiuto e il supporto di validi professionisti ( come Vittorio D’Albertas CEO di Quantum Genova, il Giudice Internazionale WS  Giorgio Bolla, il formatore Duccio Colombi ) ed  alcuni rappresentanti della classe ( Carlo Zorzi, Angelo Tonelli,  Steven Borzani ); a tal riguardo  mercoledì, 28 aprile, verrà proposto un tema al quale tutti teniamo moltissimo: la Sicurezza, grazie alla cortese disponibilità di un esperto, Umberto Verna, della L.N.I. di Chiavari, che ha dedicato la sua vita professionale a questo tema (SAFETY WORLD), supportando armatori ed equipaggi di ogni livello

( info: https://www.fireball-italia.it/ ).

A San Vincenzo ,dunque, presso il locale Circolo Nautico Sabato 24 e Domenica 25 Aprile la prima Regata Nazionale valida per il Circuito Ranking List 2021 con temperature più che primaverili e tanta voglia di mare.

Già dalla prima mezz’ora in acqua si capisce che  ci vorrà grinta e determinazione: il maestrale annunciato non è ancora dichiarato e le prime due prove risultano parecchio instabili e di non facile interpretazione anche a causa della corrente contraria; nella terza prova, invece, cresce l’onda e pure l’intensità del vento. Tutte le prove in esatta  fotocopia al vertice con i campioni italiani in carica Luca Stefanini ( VCCampione) e Steven Borzani ( FVDesenzano) a contendersi i primi di giornata sui vincitori della rank  2020 Zorzi e Bordon ( Ass.Vel. Sport Nord Ovest Torino) e Letizia Monosilio (YC Bracciano Est) con Francesco Ganimede a prua. Secondo giorno come preannunciato: brezza di mare simil “gardesana”  intorno ai 5-7 kn, mare perfettamente piatto ed ancora corrente trasversale. I gardesani incappano in un OCS alla quarta prova , spianando la strada a Zorzi e al francese dei Nacra Hernandez che si fanno sotto in classifica. Quinta ed ultima prova molto attenta e “scacchistica”, con l’equipaggio del Basso Garda pronto a rintuzzare gli attacchi e portarsi a casa la Nazionale. Argento per Zorzi e Bordon, col transalpino Hernandez sul gradino più basso del podio.

Prossimo appuntamento per la classe del Fireball tra un mese a Follonica per contendersi il 55.mo titolo nazionale

 

Il prodiere Steven Borzani ci racconta : ” tornare a respirare l’atmosfera della regata, della salsedine e rivedere gli amici del Fireball dopo mesi e mesi è stata una sensazione incredibile, di stupore e di gioia. Meno di un mese fa questa regata era ancora in forse cosi come la possibilità di fare qualche test a Desenzano. Siamo arrivati sulla scorta di qualche uscita  a gennaio,  cercandi di commettere meno errori possibili. Abbiamo trovato condizioni non certamente semplici per via della corrente e della instabilità del vento e i nostri diretti competitor Carlo e Mattia

( Zorzi-Bordon, trionfatori della Ranking 2020, ndr)  oltre a darci molta pressione, sono nettamente in crescita. Sinceramente  tutte le prove caratterizzate da un  continuo  tacking-duel  non avveniva da diverse stagioni e ha dato pepe alla competizione. Nell’ultima bolina del primo giorno, inoltre, una scena che non  mi era mai capitata: tre delfini a saltare ripetutamente a mezza lunghezza dalle nostre prue. ! Meraviglioso! ”

IN ALLEGATO CLASSIFICA GENERALE

Caro Socio,

ti informiamo che l’Assemblea dei Soci della Fraglia Vela Desenzano ASD è convocata per sabato 8 maggio 2021 alle ore 10,00.  In allegato trovi la convocazione formale con ogni informazione.

Come noto, quest’anno, a causa dell’emergenza Covid-19, l’Assemblea è stata più volte convocata e poi annullata per il repentino peggioramento della situazione sanitaria. La data dell’8 maggio rappresenta la prima opportunità utile, nella speranza di non subire ulteriori impedimenti: gli obblighi normativi e l’instabile situazione sanitaria non consentono infatti altri differimenti.     L’Assemblea si svolgerà all’aperto -anche in caso di maltempo-  in forma statica, nel rispetto delle norme di sicurezza e di distanziamento previste.

Per evitare il rischio di assembramenti, ti invitiamo a presentarti in tempo utile per le operazioni di accreditamento che termineranno con l’inizio dei lavori assembleari.

Eventuali deleghe dovranno essere compilate sul modello allegato alla convocazione riportante la data dell’assemblea,  non essendo valide -per ovvi motivi- quelle relative alle precedenti convocazioni. Resteranno invece valide ed acquisite le candidature alle cariche sociali precedentemente  depositate in segreteria.

 

A presto.

Dal libro del 50° della Fraglia:

 Immaginatevi una sera di fine inverno, una serata umida e fredda ed un  gruppo di amici riuniti a giocare a carte…un pretesto per dilungarsi in chiacchiere e discorsi. E la discussione si anima e si fa idea, e l’idea prende corpo e partorisce il frutto della loro grande passione in comune per la vela: un circolo che accomuni tutti coloro che amano il Garda cui sono legati gli affetti, i ricordi e le radici più profonde. Questo lago che proprio d’inverno assume il suo aspetto più affascinante e misterioso, più interessante.

Facile amarlo in primavera quando le nebbie si dissolvono e il peler del mattino invita ad uscire in barca, o nelle magnifiche giornate d’estate quando il caldo spinge a tuffarsi al largo in cerca di frescura, o d’autunno con i colori che elegantemente sbiadiscono e il tepore ci sorprende ancora nelle serate che man mano si accorciano. Ebbene, è proprio sul finire dell’inverno di quel lontano 1958 che l’idea di fondare la “Fraglia della Vela e del Motore” viene sancita con tanto di statuto e buoni propositi. Primo fra tutti il desiderio di divulgare lo sport della vela fra i giovani.

Disciplina nuova per quel mondo di provincia che aveva vissuto per anni  il mito degli agonali del remo e delle gare motonautiche che a quel tempo riunivano personaggi blasonati negli alberghi della riviera.

Desenzano fu traguardo volante delle varie gare e dalle tribune costruite sul lungolago arrivarono treni popolari da tutto il nord Italia. E poi il nuoto che visse nel ’35 un momento d’oro  e venne addirittura organizzata una giornata nazionale alla presenza dei grandi del momento.

Anche il calcio ebbe i suoi attimi di gloria con “il grande squadrone che il mondo fa tremar”, e il ciclismo per il quale si organizzarono la prima Coppa Agello e la Coppa Città di Desenzano.

Poi gli anni della guerra e la lenta faticosa rinascita legata alla voglia di fare cose nuove, di lanciarsi in altre avventure. E di qui la naturale, quasi scontata  attrazione fatale verso il lago e le magie dei venti che lo animano dal peler del mattino all’ander che spesso si alza verso sera.

Spinti da questa passione, chiamiamola pure travolgente, i nostri amici non avevano paura di sfidare il freddo anche nelle giornate più rigide. Non esistevano ”cerate” “spraytop” “tute stagne” “polo tecnologiche”…loro aspettavano il minimo alito di vento per uscire, bardati con vecchi pullover di lana grezza e pantaloni di fustagno.

Ma è proprio grazie alla loro lungimiranza e “modernità” che oggi noi possiamo parlare della Fraglia Vela Desenzano come una delle più grandi palestre di vela d’Italia.

Una palestra che ha visto crescere e diventare “storia” i due “vecchi leoni” Bruno Fezzardi e Oscar Tonoli,  e poi a seguire tutta la squadra dei più giovani con talenti del calibro di Luca Valerio, i fratelli Borzani, Giovanni Pizzatti e tanti altri  fino ad arrivare alla vittoriosa Squadra Agonistica Optimist, oggi la più numerosa sul territorio.

Tanti dunque i sogni realizzati da quel lontano 1958, e lo spirito non è cambiato è solo aumentata la voglia di allargare gli orizzonti e di impegnarsi ancora di più.

Impegni e stimoli tradotti in temi di solidarietà e supporto a progetti importanti che coinvolgono la sezione AIL di Brescia e soprattutto la realizzazione del “PROGETTO ITACA” ( navigazione a vela, esercitata da chi ha forme di handicap sia fisico che di altra natura).

Queste sono le realtà,  le ambizioni e le iniziative con le quali  la Fraglia si appresta a festeggiare  i cinquant’anni  anni  di storia senza mai dimenticare quel gruppo di amici che, una sera di fine inverno del lontano 1958, hanno sognato di accomunare la loro passione per la vela a tutte quelle persone che della vela ne hanno fatto un’importante ragione di vita.

Romana Fosson – aprile 2008

Ci ha lasciati questa mattina Roberto, Roby, Assante, volto storico della Fraglia Vela Desenzano dove per anni ha fatto parte del Consiglio Direttivo.

La lunga e combattuta malattia ha avuto alla fine la meglio su di lui dopo anni di lotte e speranze.

Grande prodiere, Roby si è cimentato nella sua lunga carriera velistica partendo dal Fun per poi approdare a bordo dell’Asso 99,  del Dolphin 81, del J70 , per citare solo le Classi principali.

Sempre vincente in acqua e a terra, grazie alla sua bravura e meticolosità, Roby,  é sempre riuscito a compattare al meglio i vari compagni di equipaggio.

In Fraglia ha fatto tantissimo, in tanti lo ricorderanno per le mitiche pastasciutte, ma è stato soprattutto un prezioso collaboratore.

Ci stringiamo intorno a Nicoletta che ha dimostrato con il suo immenso amore per lui una  forza e un coraggio smisurati.

Grande Nico perché sei riuscita a tenergli la mano fino all’ultimo.

Forza Nicoletta, donna speciale e amica sincera, siamo e resteremo tutti intorno a te. Tu sei parte di Roby.

Roberto avrebbe compiuto sessantacinque anni il 19 maggio, troppo giovane per lasciarci.

Nuovo corso intensivo per l’ottenimento della Patente nautica entro le 12 miglia dalla costa

Il corso intensivo si realizza in 2 week end :

  • Primo w.e.: sabato 9 e domenica 10 aprile 2021, dalle ore 9 alle 16,30,presso la sede della Fraglia
  • Secondo w. e.: sabato, domenica e lunedì (da definire in base alla data dell’esame) in località al mare, con prova teorica, pratica, pre-esame ed esame finale.

La quota di € 700 comprende il materiale didattico necessario, l’assistenza all’esame e la prova pratica; non comprende le imposte (attualmente € 72, il certificato medico e le marche da bollo) e le spese di viaggio e soggiorno; i partecipanti dovranno portare una matita, una gomma e un quaderno per gli appunti.

E’ necessario iscriversi in segreteria tramite e-mail (barbara@fragliavela.it) o telefonicamente(0309143343)