CIMENTO INVERNALE

, ,

Grande festa finale con le ultime due regate per il 28° Cimento Invernale della Fraglia desenzanese, giornata grigia per quella è che è la prima sfida agonistica del 2019. A dettar legge è il Dolphin, l’8 metri firmato Ettore Santarelli, che al porto della Maratona ha il suo porto d’armamento. Nessuna novità in testa alla classifica con Bariamo Due di Imperadori e Razzi, skipper Giò Pizzatti, che va a conquistare la prima dell’annata. Secondo chiude Flipper di Claudio Sonda e Umbertino Grumelli che grazie ad un 1-4 di giornata sale sul secondo gradino del posto. In ascesa anche il terzo Insolente dei Perani, portato per l’occasione dal Campione del Mondo e d’Europa dei Melges 24 Carlo Fracassoli che guadagna nelle ultime due gare un 2-1. Quarto è Twister-Sterilgarda di Flavio Bocchio e Mattia Polettini, quinto il costante Francesco Crippa, primo degli agguerriti timonieri-armatori. Il Meteor vede la doppietta trentina di Andrea Ravanelli e Fabrizio Girardi (Av Trentina), inseguiti dalla flotta dei bresciani con, nell’ordine, Stefania Mazzoni (Canottieri Garda), Antonio Bragadina (Dielleffe) e Diego del Puppo (Fraglia). L’Asso 99 è di Emilio Palmieri che batte la barca scuola della Fraglia Desenzano. L’Orc premia Bruno Fezzardi al timone del Grand Soleil “Lalissa” di Saverio Mor sui J 92s di Vinci, condotto da Oscar Tonoli, il J 24 del team di Svelare”. La vela del Garda da appuntamento al prossimo week quando nel golfo di Salò si correranno l’Assolo (Regata per solitari) e la Autunno-Inverno della Canottieri Garda Salò per la classe Protagonist 7.5.